Origliare in Rete


Origliare in Rete. Ovvero la ricerca delle informazioni rilevanti nel web post-2.0.
L’evoluzione della “nuova” internet, che dopo 8 anni tanto nuova non è più, ha comportato una crescita esponenziale delle informazioni user-generated disponibili online.
Tutti creano contenuti. Pochi ascoltano con attenzione, e troppi non sanno bene da dove cominciare. Cominciamo!

Origliare in Rete è un Lab per imparare a rintracciare, selezionare e ottimizzare le informazioni per noi rilevanti nel mare magnum del web.
Strumenti, tecniche e software per sfruttare al meglio le potenzialità della rete: dall’ascolto dei principali social network alla reputazione online, dall’analisi dei blog alle ricerche nei forum, senza diventare dei nerd.

Programma del Lab
1. Come ricevere le informazioni rilevanti (Google Alert, feed RSS, Twitter, Facebook)
2. Come usare in modo avanzato i motori di ricerca (Google, motori social, motori verticali..)
3. Come cercare le info sui social media
4. Come funziona il Web monitoring
5. Come si misura l’influenza

A chi si rivolge
A chiunque voglia migliorare la qualità del proprio “ascolto” della Rete, imparando a sfruttare in modo smart gli strumenti che esistono online, ottimizzando i tempi e intercettando più facilmente le informazioni rilevanti.

Roberto Davolio ha 33 anni e si occupa di comunicazione dal 2007. Esperto di relazioni pubbliche e media relations, ha lavorato per diverse agenzie di Milano, focalizzandosi negli ultimi anni sulla consulenza strategica e sull’integrazione dei media digitali nel marketing mix delle aziende.

Cosa: Lab
Durata: Dalle 19.30 alle 22
Costo: 35 euro
Dove: BotteGas Filiera Minima è un punto di incontro tra persone che credono in un cibo diverso, sostenibile e biologico. E’ una bottega gestita da una cooperativa, dove acquistare prodotti a ‘filiera corta’, un ristorante perfetto per brunch, merende e pause pranzo, un luogo dove si fa cultura su temi concreti. Il posto perfetto dove nutrire corpo e spirito.
Milano, BotteGas, via Colletta 31 (zona Porta Romana, MM3 Porta Romana o Lodi)

Per informazioni: info@cocolab.it

Edizioni precedenti
18 ottobre 2012 @Bottegas
Shhhht… Abbiamo origliato in rete. In questo Lab di due ore, accompagnati dall’ottimo Roberto Davolio, con il qualificato contrappunto qua e la’ di Gianfranco Chicco che ringraziamo, abbiamo applicato la nostra regola aurea al Web: cambiare prospettiva. Ovvero, usare diversamente gli strumenti che spesso gia’ conosciamo. Sembra una banalità, ma utilizziamo una percentuale infinitesimale degli strumenti a disposizione in rete; e un percentile ridicolo delle funzionalita’ degli strumenti che già usiamo. Roberto ci ha fornito una panoramica dell’esistente, perché anche le nostre abitudini di ricerca, organizzazione e visualizzazione delle informazioni non sono tutte uguali. Così possiamo decidere quali siano più conformi alle nostre esigenze e alla nostra forma mentis. Ha selezionato la ferramenta e i luoghi della rete utili a ricevere le notizie che ci interessano, a partecipare alle discussioni più rilevanti, a scoprire gli influenzatori, a discernere le fonti autorevoli. Utilizzando spesso gli strumenti e i social media a cui siamo abituati, ma in modo diverso. Ci ha indicato come scegliere i blog e i forum più interessanti. Ci ha parlato di sentiment, di reputazione e di influenza. Ora è solo questione di provare e decidere cosa tenere e utilizzare per ascoltare con maggiore cura la rete. Alla prossima e grazie a tutti!

Guarda le foto su facebook

JOB HELP: per te a settembre una coach a disposizione

Cerchi lavoro o vorresti cambiare il tuo? Non hai chiari i tuoi obiettivi e non sai bene come muoverti? CoCoLab ti offre una coach tutta per te.

Per tutto settembre, il martedì, dalle 16 alle 19, da BotteGas in via Colletta 31 a Milano (zona Porta Romana);
il mercoledì, dalle 15 alle 18, al Pause in via Ozanam 7 a Milano (zona Lima),
potrai avere un incontro gratuito e personale.

Faremo quattro chiacchiere informali sui tuoi obiettivi, sugli ostacoli che stai incontrando, sui passi da fare. Saranno 45 minuti tutti per te.

Coach: Sabrina Bussolati
counselor professionista, coach, co-fondatrice di CoCoLab, 22 anni di esperienza in azienda come manager e come consulente.

Note a margine, di Sabrina Bussolati

Vuoi maggiori informazioni? Scrivici: info@cocolab.it

CoCoOUT: Ehi, tu, ciclista della domenica!

Ehi, tu, ciclista della domenica!
Pedalando “sull’acqua” tra Bergamo e Milano.
Formula treno + bici.

Raggiunta Bergamo in treno con il nostro destriero al seguito (ruote gonfie e pronti al via), pedaleremo insieme verso Milano, seguendo le vie d’acqua: dal torrente Morla, passando per il Parco del Basso Brembo, Crespi d’Adda, l’Adda di Leonardo fino all’incile della Martesana e da lì tutto il Naviglio che ci condurrà alle chiuse del Ponte delle Gabelle, in via San Marco. Alla scoperta di paesaggi e storie che vivono dietro l’angolo; di una prospettiva diversa nell’attraversare luoghi che crediamo non ci possano stupire. Perché se pure nessun luogo è lontano, secondo una nota marca di scarpe da trekking, non bisogna neanche andare lontano per stare bene, aggiungiamo noi.

Il percorso si svolge nella sua quasi interezza su piste ciclabili, percorsi ciclabili e sterrati in buone condizioni – salvo un paio di brevi tratti nella prima parte. E’ adatto a tutti e si puo’ fare con ogni genere di bici – sconsiglierei pregevoli bici da corsa molto delicate e bici pieghevoli (spesso un po’ rigide); piuttosto, meglio un’intramontabile olandesina.
L’andatura è mindful, da regolarità: si pedala senza fretta.
Ruote gonfie e catene oliate. Se venite con la bici da corsa, portatevi una camera d’aria di scorta, che non si sa mai.

Bici in metro Dal 1 novembre 2011 la bici sale gratis sulla metropolitana. qui tutte le info: http://bit.ly/PlhRf6
Bici in treno: in treno si paga il supplemento bici: euro 3,50 per 24 ore, oppure, se inferiore, il prezzo del biglietto di seconda classe della tratta che si compie.
Consigli: E’ raccomandato, ovviamente, il casco. Abbigliamento comodo e scarpe da ginnastica. Per chi non e’ abituato a stare a lungo in sella, i pantaloncini col tassello possono migliorare sensibilmente la qualita’ della giornata (e della vita). Un po’ meno l’apparenza (c:
Una giacca impermeabile può fare comodo.
Lungo il percorso ci sono alcune fontanelle e bar per l’acqua. Se potete portarvi una borraccia è meglio, ma non è fondamentale. È preferibile un cestino o le borse laterali allo zainetto sulla schiena.

Per informazioni, scrivici: info@cocolab.it

Edizioni precedenti
Diario di bordo del
23 settembre 2012
Varato nella pioggerellina inglese il primo CoCoOUT.
E’ ufficiale: le belle storie spesso hanno un inizio eroico. Il varo del CoCoOUT e’ una di queste. Ieri mattina sei impavidi (cinque; il sesto ci aspettava a Bergamo) si sono presentati alle otto in punto alla stazione di Milano.
Piove.
Sì piove.
Il treno è coperto.
Bene, saliamo.
Si parte.
Qui comincia l’avventura di Chiara, Marco, Francesca (piccola), Irene, Marco (l’altro) e Matteo.
I “numeri dell’evento”:
3 maschi e 3 femmine: Perfetta parità di genere. Più il conduttore (Francesca grande) diventa “una CoCoOUT” al femminile.
Età media dei partecipanti: 35 anni (grazie a Irene e Francesca piccola).
I mezzi: 1 treno + 6 bici + 1 monopattino.
Chilometri percorsi: 64,80
Ora di partenza: 8
Ora di arrivo: 17
Una giornata allegra e tranquilla, tra campi, sorgive, canali irrigui, incili, fiumi e navigli; attraversando la storia delle vecchie filande, cotonifici, fornaci; di Chiese dai capitelli antropomorfi e di castelli e villaggi operai. Una variante sul tema, la passerella pedonale tra Crespi e Concesa, ha eliminato dal tragitto la Centrale Taccani di Trezzo ma ci ha permesso di vedere la scala di risalita dei pesci, mirabilmente illustrata nel suo funzionamento da Marco (l’uno). Centoundici: i pesci contati da Irene. Tredici: ahimè le nutrie natanti nel Naviglio, sempre contate da Irene. Una doppia dozzina di cavalli. Qualche zanzara. Un paio di canoe, se non ricordo male. E sei ‘cavie’, i partecipanti alla prima edizione di CoCoOUT.
Ripensandoci: niente di eclatante, niente numeri, niente di “eventuale”, niente di eroico, nemmeno la pioggerellina. È l’eroismo delle cose che non fanno rumore, del piccolo quotidiano: vicino, normale, semplice. Di una bella domenica trascorsa insieme conoscendo nuove persone e nuove storie. E andando piano, finalmente.
Ci piace come e’ andato questo primo CoCoOUT. Ne faremo altri, per certo.
Grazie ai sei eroici che ce lo hanno permesso, di cuore.

Le foto di CoCoOUT su facebook

 

Come essere un amico MAIUSCOLO


La domanda da farci non è tanto chi possiamo chiamare nel cuore della notte se abbiamo un problema, ma forse chi sveglierebbe proprio noi di notte per chiedere il nostro aiuto. Siamo abbastanza speciali per i nostri amici da meritare la loro fiducia incondizionata?
Obiettivo di questa serata è proporre un significativo cambio di prospettiva nelle nostre relazioni private, mediante l’uso sapiente di due ingredienti fondamentali. Anche solo per vedere che cosa succede.

Guest: Giuseppina Carrera, counselor professionista, co-fondatrice di CoCoLab e grande amica.

Cosa: Dopolavoro
Quanto: 20 € (l’aperitivo e’ compreso)
Dove: BotteGas, via Colletta 31, Milano (zona Porta Romana, MM3 Porta Romana o Lodi)

Per informazioni: info@cocolab.it

Edizioni precedenti
11 giugno 2012 @Pause Guarda l’album di fotografie su Facebook.

 

Come usare LinkedIn per trovare lavoro

Il dopolavoro dedicato al miglior uso dei social per la ricerca del lavoro, focalizzato su LinkedIn, il social network professionale più diffuso.
Indicazioni e trucchi per la costruzione di un profilo efficace su LinkedIn, valorizzazione dei punti di forza, partecipazione alle discussioni all’interno dei Gruppi per la ricerca di lavoro, gli aggiornamenti professionali, la condivisione e la crescita della propria reputazione. Casi di successo.

Roberto Davolio
ha 33 anni e si occupa di comunicazione dal 2007. Esperto di relazioni pubbliche e media relations, ha lavorato per diverse agenzie di Milano, focalizzandosi negli ultimi anni sulla consulenza strategica e sull’integrazione dei media digitali nel marketing mix delle aziende.

Cosa: Dopolavoro
Quanto: 20 € (iva compresa)
Dove: BotteGas Filiera Minima è un punto di incontro tra persone che credono in un cibo diverso, sostenibile e biologico. E’ una bottega gestita da una cooperativa, dove acquistare prodotti a ‘filiera corta’, un ristorante perfetto per brunch, merende e pause pranzo, un luogo dove si fa cultura su temi concreti. Il posto perfetto dove nutrire corpo e spirito.
Milano, BotteGas, via Colletta 31 (zona Porta Romana, MM3 Porta Romana o Lodi).

IL GIORNO DOPO
Non è semplice parlare di LinkedIn: o ci si perde in technicalities, o si sta troppo sul vago. Invece ieri sera Roberto Davolio ci è piaciuto moltissimo. In un’ora ci ha spiegato in modo molto chiaro come muoversi sul social più usato per cercare lavoro, ci ha dato suggerimenti preziosi e link utili da riguardare a casa, ci ha raccontato come si muovono le aziende e gli head hunter e quali sono gli strumenti a nostra disposizione per migliorare la nostra reputazione. Bella serata!
Le immagini della serata su facebook

Per informazioni, scrivici: info@cocolab.it

Come fidarsi delle proprie sensazioni

Avete presente quelle sensazioni che a volte sentiamo a livello fisico, che non sappiamo bene definire, che magari non combaciano con quello che razionalmente pensiamo? Spesso le ricacciamo indietro, proprio perché – a livello razionale – non sono coerenti. Come quando siete in riunione e va tutto bene ma voi siete a disagio. O come quando vi trovate in un posto sconosciuto e qualcosa dentro di voi si rilassa e state bene. Quelle sensazioni a volte possono darci informazioni preziose sull’ambiente che ci circonda, su noi stessi e sulle persone. È un po’ ciò che comunemente definiamo “sesto senso”, qualcosa di “animale”  che – proprio perché non ha parole – rifiutiamo a priori.

Nel nostro DopoLavoro una vera esperta delle tecniche di ascolto di queste sensazioni ci spiegherà come usare la risorsa preziosa che abbiamo e come fidarci di ciò che sentiamo, anche se non ha ancora parole.

Guest: Giuseppina Carrera, Focusing Trainer certificata dal Focusing Institute di New York e Counselor riconosciuta da Assocounseling.

Quando:
Lunedì 17 settembre, ore 19:30 – 21.00
Cosa:
Dopolavoro
Quanto: 20 € (iva compresa)
Dove: BotteGas Filiera Minima è un punto di incontro tra persone che credono in un cibo diverso, sostenibile e biologico. E’ una bottega gestita da una cooperativa, dove acquistare prodotti a ‘filiera corta’, un ristorante perfetto per brunch, merende e pause pranzo, un luogo dove si fa cultura su temi concreti. Il posto perfetto dove nutrire corpo e spirito.
Milano, BotteGas, via Colletta 31 (zona Porta Romana, MM3 Porta Romana o Lodi).

Edizioni precedenti
17 settembre 2012 @Bottegas: Di grande gusto la serata di ieri. Giuseppina Carrera – grande maestra dell’ascolto del corpo – ci ha spiegato alcune cosette interessanti sul mondo delle sensazioni, che tutti noi abbiamo ma delle quali – spesso – non ci fidiamo. Eppure sono una risorsa importante che ci dà segnali sulla realtà che viviamo, su quello che proviamo. C’è una tecnica specifica per imparare questo ascolto delle piccole sensazioni che si formano e cambiano dentro di noi: si chiama Focusing, è diffusa in tutto il mondo, ma non è molto conosciuta. Perché? Perché è minimal e non spettacolare: niente grandi emozioni, nessuna illuminazione catartica, solo tanta pazienza, tanta capacità di comprendere che sensazioni piccolissime possono avere grande significato. E tanto silenzio. Istruzioni per l’uso: ascoltare pazientemente in silenzio…

Le immagini della serata su facebook

Per ulteriori informazioni, scrivici: info@cocolab.it

PausaPranzo


Una pausa pranzo fuori dall’ordinario, per prenderti cura di te, alimentare il tuo corpo ma anche la tua curiosità e il tuo spirito.
Metteremo in tavola buon cibo per il corpo e per la mente, suggerimenti utili per alimentarsi bene a pranzo.
Faremo in modo che sia davvero un momento di pausa dal lavoro e dalle intemperie quotidiane, uno spazio fisico e mentale piacevole, per recuperare energie e conoscere nuove persone.

Cosa: PausaPranzo
Durata: 1 ora, dalle 13 alle 14
Quanto: 20 euro compreso il pranzo

IL GIORNO DOPO (ovvero il 15 giugno 2012)
Ottima PausaPranzo ieri al Pause! Carla Lertola – la nostra “Guest Star” della giornata – è un medico specializzato in scienza della nutrizione. Con lei abbiamo chiacchierato per un’ora a ruota libera, passando dall’importanza del pranzo ai dubbi più comuni. Abbiamo parlato di vino e di olio, di latte e di pane, di intolleranze alimentari e della necessità di non obbligarsi mai a mangiare quello che non ci piace. Affettati, torte saltate, capriccio di spada, deliziosi cestini di pane goloso hanno accompagnato degnamente il tutto. Alla prossima!

E la prossima sara’ giovedì 12 luglio, questa volta @Bottegas (zona Porta Romana).
Prenotate il vostro posto a tavola!