Parlando di libri

Cosa c’è di meglio nei mesi invernali che leggere un buon libro al calduccio? Magari è un libro che ci dice tanto della nostra vita, o che ci affascina particolarmente e forse ci piacerebbe parlarne con qualcuno, per commentare insieme pezzi o personaggi significativi, per condividere emozioni e pensieri, per imparare qualcosa di utile per noi.
Da novembre a febbraio, parliamo insieme di libri e d’amore.

4 x 4: Quattro libri per quattro incontri. Per parlare dell’amore.

Elena Ferrante, I giorni dell’abbandono, Edizioni E/O

Nina Berberova, Il giunco mormorante, Piccola Biblioteca Adelphi

Georges Simenon, Tre camere a Manhattan, Adelphi

Irene Nemirowsky, Jezabel, Adelphi

Conduce:
Sabrina Bussolati, co-fondatrice di CoCoLab e grande lettrice.

È un gruppo di lettura: aver letto il libro di cui parliamo è necessario.
La conferma di partecipazione è molto gradita.

Informazioni: info@cocolab.it

Talenti al lavoro


Ci sono cose che ci vengono bene.
Di più: ci sono cose che ci vengono bene e che facciamo con soddisfazione, con piacere e facilità, in modo naturale.
Ancora, ci sono cose che ci vengono bene e che ci sono riconosciute anche dagli altri.
Ecco, ci troviamo più o meno nel territorio dei talenti e delle eccellenze che ognuno di noi ha. Che ne siamo consapevoli o meno.
Nel nostro viaggio nel mondo del lavoro abbiamo incontrato diverse persone che non sanno dire quali siano i loro talenti. Che alla domanda “Cosa sono veramente bravo a fare? ” non riescono a dare una risposta. Ne’ sanno da dove iniziare a cercare. Il che spesso si traduce nel non sapere cosa mettere nel cv se stiamo cercando lavoro. O nel fare un lavoro che non ci piace e al quale possiamo contribuire solo parzialmente e con grande sforzo. Perché non è il ‘nostro’ lavoro. E perché non mette in gioco i nostri talenti.
Non è questione di essere choosy o picky; si tratta più semplicemente di scoprire cosa siamo bravi a fare.

In questo Lab vi vogliamo condurre alla ricerca dei vostri talenti, utilizzando strumenti diversi e sperimentando una nuova capacita’ di mettere a fuoco cosa siete davvero bravi a fare. Per poi cercare di farlo.

Conduce: Sabrina Bussolati, counselor professionista, coach, co-fondatrice di CoCoLab, 22 anni di esperienza in azienda come manager e come consulente.

Cosa: Lab
Quanto: 35 €
Quando: 22 novembre 2o12
Dove: Milano, BotteGas, via Colletta 31 (zona Porta Romana, MM3 Porta Romana o Lodi). BotteGas Filiera Minima è un punto di incontro tra persone che credono in un cibo diverso, sostenibile e biologico; è una bottega gestita da una cooperativa, dove acquistare prodotti a ‘filiera corta’; un ristorante perfetto per brunch, merende e pause pranzo; un luogo dove si fa cultura su temi concreti. Il posto perfetto dove nutrire corpo e spirito.

Per informazioni: info@cocolab.it

Dicono di noi:
Glamour, Lavori in corsa, Nicoletta Spolini

 

Come trovare un lavoro che ti piace


Click! Qual è il tuo profilo più fotogenico?
Come nelle fotografie, così nel raccontare chi siamo e cosa facciamo, è utile ed efficace scegliere la prospettiva e il profilo che ci rende più belli, affascinanti, interessanti e anche intelligenti.
Ovvero, mostrare agli altri ciò che ci piace e sappiamo fare bene, anzi meglio. Specialmente quando si tratta di lavoro.
Che la ricetta per trovare il lavoro che fa per noi sia proprio quella di cercare nella giusta direzione con una mappa dettagliata, chiara e interessante dei nostri talenti?
In questa serata, con l’aiuto di professionisti di diversa provenienza, parleremo di come cercare e trovare il lavoro che ci piace: ripensandoci, evidenziando le nostre eccellenze e scegliendo i luoghi più idonei per comunicare il nostro brand personale.

Guest: Nicoletta Spolini, caposervizio Attualità Glamour. La sua vocazione:  l’informazione vera, quella che offre idee concrete e spunti che aprono la mente. Il suo lavoro: parlare di lavoro, su carta e sul mitico blog Lavori in corsa

Cosa: Dopolavoro
Quando:
Lunedì 7 maggio. Dalle 19.30 alle 21.
Quanto: 20 € (l’aperitivo e’ compreso)
Dove: BotteGas Filiera Minima è un punto di incontro tra persone che credono in un cibo diverso, sostenibile e biologico. E’ una bottega gestita da una cooperativa, dove acquistare prodotti a ‘filiera corta’, un ristorante perfetto per brunch, merende e pause pranzo, un luogo dove si fa cultura su temi concreti. Il posto perfetto dove nutrire corpo e spirito.
Milano, BotteGas, via Colletta 31 (zona Porta Romana, MM3 Porta Romana o Lodi).

IL GIORNO DOPO
La serata del 7 maggio da BotteGas è andata bene, molto bene. Abbiamo nutrito mente e corpo. Tanti spunti interessanti su “Come trovare un lavoro che ti piace”. Prima di tutto il cambio di prospettiva. Che significa capire cosa ci piace veramente fare e che cosa sappiamo davvero fare bene. Vale a dire avere le idee chiare sui propri talenti e le proprie passioni. Poi il CV: come differenziarsi, come affiancare al classico riassunto di esperienze e ruoli informazioni vere su di noi. Raccontare noi stessi per iscritto o in maniera “visual”. Quali “media” usare: dal viral al viREAL. Sempre con un occhio alle evoluzioni del mercato e delle professioni. Per tutti i presenti un Takeaway di link utili. E poi un’oretta di buon cibo e buone chiacchiere per chiudere in bellezza la serata.
Le immagini della serata su facebook

Per informazioni sulle prossime date, scrivici a info@cocolab.it , oppure iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative.

 

Come inventarsi qualcosa di nuovo


Siamo tutti degli inventori e dei creativi?
Secondo noi di CoCoLab, sì. E te lo vogliamo dimostrare.
La creatività non è un bene scarso, né è appannaggio di pochi ma talvolta non è evidente ed è difficilmente accessibile. È questione di punti di vista.

Vi siete mai chiesti perché spesso soluzioni brillanti e sorprendenti a problemi complessi siano tanto semplici ed evidenti da indurci a dire: Ma come ho fatto a non pensarci prima?

In questa serata di ispirazione, vi proponiamo alcune esperienze di chi ha saputo creare nuove connessioni utili tra gli elementi che aveva a disposizione.
E di questi tempi, inventarsi qualcosa di nuovo e utile è fondamentale.

Guests:
Luciano Galimberti, designer, socio e fondatore dello studio BG+ (www.bgpiu.it), paladino della progettazione che traduce in forme concrete i desideri di vivere e lavorare meglio.
Alessandro Ubertis, socio e fondatore della Carmi e Ubertis (www.carmieubertis.it), dopo aver cambiato sette volte pelle, oggi coglie ogni occasione per esaltare le differenze e creare allettanti opportunità di comunicazione.

Cosa: Dopolavoro
Prezzo: 20 euro (l’aperitivo è compreso)
Dove: Milano, BotteGas, via Colletta 31 (zona Porta Romana, MM3 Porta Romana o Lodi)

IL GIORNO DOPO (ovvero, il 15 maggio 2012)
Come inventarsi qualcosa di nuovo. Vale a dire: da dove nasce la capacità di essere creativi nella vita, nel lavoro? L’arte del creare è di pochi o è di tutti? Interessante scambio quello di ieri sera, 14 maggio. Due testimonianze: una di chi crea oggetti, una di chi crea valore e business. Luciano Galimberti e Alessandro Ubertis ci hanno raccontato – seguendo il filo di citazioni e di storie personali – come fanno loro a inventarsi qualcosa di nuovo. Ci hanno parlato del coraggio, del valore dell’intuizione che si sente sotto-pelle e della capacità di accogliere ogni spunto che arriva lungo il cammino, dell’avere una direzione senza chiudersi in un percorso prestabilito, dell’essere aperti alla creatività che è nell’aria e dell’importanza di essere generosi, dello humour e della disponibilità ad affrontare il futuro. Tutti siamo creativi e creatori: basta solo che ognuno trovi la propria strada per far sì che due più due faccia cinque. E poi, no hay caminos, hay que caminar.
Per tutti i presenti un Takeaway di citazioni suggerite da Alessandro e Luciano. E poi un’oretta di buon cibo e buone chiacchiere per chiudere in bellezza la serata.

Le immagini della serata su facebook

Per informazioni sulle prossime date, scrivici a info@cocolab.it, oppure iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative.

Introduzione al Focusing – Milano, 25 marzo 2012

Il Focusing nasce negli anni Sessanta grazie a Eugene T. Gendlin, padre della “Filosofia dell’implicito” e collaboratore di Carl Rogers.

All’Università di Chicago Gendlin svolse insieme al suo team di lavoro una lunga ricerca volta a individuare l’elemento discriminante di una buona psicoterapia.

L’osservazione di centinaia di sedute e di protocolli condusse Gendlin e i suoi collaboratori a una conclusione inaspettata: dalle loro osservazioni emergeva che una psicoterapia destinata al successo si basava su una abilità del paziente, una sua capacità spontanea di ascoltarsi a livello profondo, cercando con lentezza la congruenza tra ciò che veniva percepito, sentito nel corpo, e ciò che veniva espresso o per meglio dire simbolizzato a parole. Si trattava di un ascolto attento e paziente di quello che Gendlin chiamò felt sense: “sensazione significativa”.

Si tratta di qualcosa di più del percepire le emozioni o le sensazioni del corpo, o dell’osservare i pensieri. Si impara ad attivare una percezione globale di come il nostro organismo vive una determinata situazione. Il felt sense contiene una serie di informazioni su di noi e racchiude una saggezza profonda. Accedere al felt sense significa fare il punto della nostra situazione di vita partendo dalla nostra natura profonda.

Il Focusing insegna come dedicare attenzione a queste sensazioni significative per scoprire che riassumono in sé emozioni, idee, percezioni, desideri e conoscenza. Insegna come ascoltarsi amorevolmente, con rispetto e comprensione per sé, sperimentando una consapevolezza più vasta di quella ordinaria.

CONTENUTI E OBIETTIVI
Durante il corso impareremo a riconoscere un felt sense e a sviluppare un ascolto amorevole e accogliente. Si alterneranno momenti di spiegazioni teoriche, esercizi pratici e condivisioni di gruppo delle esperienze fatte.
Verranno fornite bibliografia e sitografia ad hoc.

TRAINER
Giuseppina Carrera
Dott. in filosofia, counselor riconosciuta da Assocounseling e Focusing Trainer certificata dal Focusing Institute di New York.

COSA: Workshop a pagamento aperto a tutti
DURATA: 1 giorno, dalle 10 alle 18
DOVE: Istituto Europeo di Shiatsu – Spazio Mu, via Aristotele 39, Milano  (MM1 Gorla)
QUANDO: Domenica 25 marzo 2012
COSTO: € 75 (IVA inclusa)

CONTATTI: Istituto Europeo di Shiatsu
via Aristotele 39, Milano
www.shiatsu.mi.it
Tel. 02 27001500

Estetista e Cliente: come trasformare il rapporto interpersonale in un valore aggiunto – 25 settembre 2011

Milano, domenica 25 settembre, ore 10
InterCHARM MILANO Beauty Congress

La relazione tra cliente ed estetista è qualcosa di speciale e unico. Sviluppare capacità empatiche, imparare a capire la personalità di chi si ha di fronte, interpretarne i bisogni più profondi e, allo stesso tempo, gestire relazioni a volte difficili può essere un immenso valore aggiunto, uno strumento non solo per fidelizzare le proprie clienti, ma anche per una propria crescita personale. Con Giusi scopriremo come utilizzare proprio il momento del trattamento sul corpo per sviluppare e far sviluppare una migliore consapevolezza.
Il seminario, della durata di 45 minuti, si terrà all’interno del Beauty Congress organizzato dalla fiera professionale InterCHARM MILANO. Per info www.intercharm.it

Body Experience. Vivere con gioia il proprio corpo – Savona, 31 marzo 2012


WELLNESS-TIME è la nuova iniziativa che il centro di attività motoria Il Corpo in Salute, di Savona, ha progettato con il supporto di CoCoLab. Ogni ultimo sabato del mese viene offerto un incontro su un tema specifico. Con il contributo di esperti, vengono trattati argomenti utili per la salute e per sentirsi meglio con il proprio corpo.
Partita a gennaio, l’iniziativa ospiterà, il 31 marzo, l’intervento di CoCoLab, con Giuseppina Carrera e Sabrina Bussolati.

DOVE: presso “Il Corpo in Salute”, Piazza Leon Pancaldo, 1/10, Savona.
COME: La partecipazione è riservata agli iscritti al centro e a un numero limitato di ospiti esterni.
QUANDO: 31 marzo 2012, ore 11,30

Per maggiori informazioni, scrivici: info@cocolab.it